Google+
Richiedi dettagli login
   
     
search
 
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
AUGURI ALICE, 150 A...
WHAT′S UP IN ITALY ...
5 SINTOMI DI INGLES...
VINICIO CAPOSSELA I...
GUY FAWKES NIGHT A ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
IL CHRISTMAS PARTY
WHAT′S UP IN ITALY ...
DOVE PATTINARE SUL ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
21 OTTOBRE 2015 - B...
HALLOWEEN : DOVE IN...
WHAT′S UP IN ITALY ...
VERY BRITISH THINGS...
ITALIAN RECIPES : B...
WHAT′S UP IN ITALY ...
PAROLE AMBIGUE DELL...
ITALIAN RECIPES : S...
WHAT′S UP IN ITALY ...
LONDON COCKTAIL WEE...
COSA SI MANGIA A LO...
WHAT′S UP IN ITALY ...
IL MUSEO DEL CRIMIN...
ST DUNSTAN IN THE E...
WHAT′S UP IN ITALY ...
COLOURSCAPE : UN LA...
LE MAGAGNE DELLA PR...
LA MIA LONDRA: DA Z...
OPEN HOUSE LONDON :...
SONO SOLO MODI DI D...
CINQUE TERRE : WHY ...
ROOFTOP BARS A LOND...
INGLESI : POLITENES...
UBER : TASSISTI IN ...
BUCKINGHAM PALACE :...
Cercare Casa : le I...
LE SETTE TRAPPOLE D...
IL CARNEVAL DI NOTT...
LONDON LIFE : CONSI...
STREET FOOD AND CRA...
DALSTON E LE SUE ME...
LA SPIAGGIA DI CAMD...
IL COLLOQUIO DI LAV...
ITALIA VS LONDRA: L...
LA NOTTE DELLA TARA...
OUTDOOR CINEMA A LO...
TROVARE LAVORO A LO...
STUDIARE A LONDRA: ...
THE FLIGHT OF THE A...
TROVARE CASA A LOND...
EHMMM : LA PAROLINA...
ITALIANS CHE TORNAN...
THE GIAREDO CANYON ...
MOSTRA : AUDREY HEP...
BISHOPS AVENUE : PE...
VINICIO CAPOSSELA I...
ROBERTO BENIGNI INC...
FRANCO BATTIATO A L...
ARTITALIA - LE DONN...
ARTITALIA - RENAISS...
STAGIONE TEATRALE A...
ARTIITALIA APRILE 2...
FRANCO DANIELI A LO...
CHRIS SMITHER
WHAT'S UP IN ITALY : SETTIMANA 10 NOVEMBRE 2016
WHAT'S UP IN ITALY : SETTIMANA 10 NOVEMBRE 2016
di Lorenzo Giarelli

Brexit parte 2, cari Italians. Chissà che ne pensano gli Italins of New York, per esempio, o quelli di Boston, Los Angeles, Chicago. Ancora una volta la democrazia si è espressa e, a quanto pare, lo ha fatto sorprendendoci un po' tutti: Donald Trump è il nuovo presidente degli Stati Uniti.

Ovvio si sia parlato soprattutto di questo in Italia, anche perchè fa ridere chi sostiene che il voto americano non ci riguardi e dovremmo pensare alle cose di casa nostra. E certo, d'altra parte le centinaia di migliaia di migranti dai paesi delle primavere arabe mica c'entrano nulla né con noi né con la politica internazionale degli Stati Uniti, ci mancherebbe. Mica il salvataggio o meno di una banca americana può evitare una crisi economica europea. Sono solo gli Stati Uniti...

E adesso che succede? Tanto per iniziare, non penso che con la Clinton eletta ci sarebbero state bottiglie di spumante da aprire dalla felicità. Certo, mai come in questo caso si trattata di una gara al ribasso e personalmente avrei preferito l'ex first lady, però ecco, diciamo che Trump è l'amico volgarotto che ti vergogni di farlo conoscere a tua moglie, mentre Hillary sarebbe impeccabile per qualsiasi cena di gala, ma al di là della forma non credo che sulla sostanza ci si sia persi molto. Vedremo che combinerà Trump, sperando che le sue sparate elettorali restino tali.

C'è da dire che l'elezioni americane hanno salvato alla grande Matteo Renzi. Perché? Nel pomeriggio di martedì, poco prima della chiusura dei seggi in America, il social media del premier aveva pubblicato su facebook una didascalia chiaramente sbagliata, in cui c'era scritto di non postare la foto con un disabile. Apriti cielo. “Renzi si vergogna dei disabili”, “Renzi il disabile sei tu” ecc... Ecco, a parte che insultare Renzi dandogli del disabile insulta i disabili molto più di quanto non abbia fatto il social media di Renzi, anche a voler leggere il post in modo malizioso, ma poi che polemica è? Mi immagino se Renzi avesse postato la foto di lui bello sorridente con un nragazzo in carrozina le critiche: “sfrutti la disabilità per la campagna elettorale”, “vergogna”, e via di insulti. La verità è che ormai praticamente sui social bisogna restare immobili. Qualsiasi cosa si faccia, si sbaglia. E allora o si contrattacca, stile Selvaggia Lucarelli e Enrico Mentana, oppure si alzano le spalle e lo si accetta, mettendosi il cuore in pace.

Intanto prosegue anche la battaglia per il referendum. A seguito dei drammatici terremoti nel centro Italia qualcuno aveva persino pensato di posticiparlo, ritenendo immorale e inopportuno dedicarsi alla campagna referendaria quando le priorità sono ben altre. Capiamo benissimo che l'urgenza sia la messa in sicurezza e la ricostruzione, ma, davvero, questo referendum prima arriva e meglio è per la salute di tutti. Siamo partiti a luglio con tour nelle piazze, conferenze, dibattiti tv, roba che di solito va giusto giusto nelle ultime due o tre settimane. No, vi prego, il 4 dicembre è pure troppo lontano, non riusciamo a fare un quarto d'ora prima?

Alla prossima, Italians!


by Lorenzo Giarelli

(C) ITALIANS OF LONDON 2016
Riproduzione Riservata

Quanto scritto riflette le opinioni personali dell’autore


 

 
 










      Help
© 2017 - Italians of London - Powered by Jelok