Google+
Richiedi dettagli login
   
     
search
 
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
AUGURI ALICE, 150 A...
WHAT′S UP IN ITALY ...
5 SINTOMI DI INGLES...
VINICIO CAPOSSELA I...
GUY FAWKES NIGHT A ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
IL CHRISTMAS PARTY
WHAT′S UP IN ITALY ...
DOVE PATTINARE SUL ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
21 OTTOBRE 2015 - B...
HALLOWEEN : DOVE IN...
WHAT′S UP IN ITALY ...
VERY BRITISH THINGS...
ITALIAN RECIPES : B...
WHAT′S UP IN ITALY ...
PAROLE AMBIGUE DELL...
ITALIAN RECIPES : S...
WHAT′S UP IN ITALY ...
LONDON COCKTAIL WEE...
COSA SI MANGIA A LO...
WHAT′S UP IN ITALY ...
IL MUSEO DEL CRIMIN...
ST DUNSTAN IN THE E...
WHAT′S UP IN ITALY ...
COLOURSCAPE : UN LA...
LE MAGAGNE DELLA PR...
LA MIA LONDRA: DA Z...
OPEN HOUSE LONDON :...
SONO SOLO MODI DI D...
CINQUE TERRE : WHY ...
ROOFTOP BARS A LOND...
INGLESI : POLITENES...
UBER : TASSISTI IN ...
BUCKINGHAM PALACE :...
Cercare Casa : le I...
LE SETTE TRAPPOLE D...
IL CARNEVAL DI NOTT...
LONDON LIFE : CONSI...
STREET FOOD AND CRA...
DALSTON E LE SUE ME...
LA SPIAGGIA DI CAMD...
IL COLLOQUIO DI LAV...
ITALIA VS LONDRA: L...
LA NOTTE DELLA TARA...
OUTDOOR CINEMA A LO...
TROVARE LAVORO A LO...
STUDIARE A LONDRA: ...
THE FLIGHT OF THE A...
TROVARE CASA A LOND...
EHMMM : LA PAROLINA...
ITALIANS CHE TORNAN...
THE GIAREDO CANYON ...
MOSTRA : AUDREY HEP...
BISHOPS AVENUE : PE...
VINICIO CAPOSSELA I...
ROBERTO BENIGNI INC...
FRANCO BATTIATO A L...
ARTITALIA - LE DONN...
ARTITALIA - RENAISS...
STAGIONE TEATRALE A...
ARTIITALIA APRILE 2...
FRANCO DANIELI A LO...
CHRIS SMITHER
What's up in Italy : settimana 20 Ottobre 2016
What's up in Italy : settimana 20 Ottobre 2016
di Lorenzo Giarelli

E voi cosa pensereste se un giorno, rispondendo al telefono, vi dicessero che siete invitati alla Casa Bianca a cena con Renzi e Obama? Certo, tutti noi non avevamo molte possibilità, ma anche Beatrice Vio, la schermitrice medaglia d'oro alle paralimpiadi di Rio, non ci poteva credere quando le hanno comunicato l'invito. La cosa più bella è stato notare che, nei giorni in cui sono uscite le foto dei vari partecipanti alla cena, sono volati i soliti insulti gratuiti per tutti: la moglie di Renzi che si prende le ferie, Benigni venduto, il volo di stato a spese nostre. Lei ha messo tutti d'accordo. Una ragazza giovane, felice di godersi il momento, con la politica e le polemiche che rimangono lontane lontane. Brava Bebe (e, per una volta, diciamo anche bravo Renzi a pensare di invitarla).

Chi invece non ha messo tutti d'accordo è stato Mauro Icardi, capitano dell'Inter che ha presentato la sua autobiografia in cui dice che, dopo un duro scontro con i tifosi della curva, aveva pensato di far arrivare dei criminali dall'Argentina per fronteggiarli non proprio con le buone maniere. Mi immagino la scena: milanese imbruttito medio italiano, in viaggio per affari in Argentina, prende il volo Buenos Aires – Milano. Prende posto sul sedile. Vede entrare i passeggeri uno ad uno cercando di indovinare chi si siederà a fianco a lui, poi ecco una bella comitiva di novelli Pablo Escobar in salsa argentina. “In viaggio per affari?” “Si, e voi?” “Mah, andiamo a vedere una partita...”, e intanto questi che affilano il coltellino svizzero appena tirato fuori dal doppio fondo dello stivale...

Giusto per elevare un po' il tono culturale di queste righe, dobbiamo anche citare la scomparsa di Dario Fo la scorsa settimana. La cosa più buffa, tanto per esser coerenti con Dario, è stato vedere come gli sia stata attibuita più o meno ogni appartenenza politica. Qualcuno della destra lo ha tirato per la giacchetta dalla sua parte, ricordando il passato come repubblichino, la sinistra lo ha elogiato come grande intellettuale comunista, i 5 stelle hanno ricordato la militanza degli ultimi anni. Quelli fuori dal coro hanno notato che, in fondo, tutti avevano un po' ragione. Certo, riferirsi a quello che uno fa a diciassette anni, per altro in piena guerra mondiale, non è un grande indicatore, soprattutto se si ha vissuto altri 70 anni, ma tant'è. Credo sia morto felice, o per lo meno sereno, e di meglio non si può chiedere.

E, ironia della sorte, nel giorno in cui se ne è andato Fo è stato assegnato il Nobel per la Letteratura a Bob Dylan. La faccenda si è fatta esilarante quando si è saputo che Bob non si è filato manco di striscio l'Accademia, rendendosi praticamente irreperibile per giorni. Cioè rendiamoci conto: ci sono questi intellettualoni abituati a assegnare premi a capi di stato, guru della medicina, scienziati incredibili, uomini potentissimi, che stanno lì a spulciare rubriche, pagine gialle e contatti facebook di qualcuno che possa metterli in contatto con Dylan, perchè lui, al suo numero, non ne vuol sapere di rispondere. Che è una cosa divertententissima, molto di più che rifiutare un Nobel. Siamo al passo successivo: l'indifferenza. Non sappiamo come finirà la faccenda, magari Dylan salterà fuori dicendo di aver lasciato il silenzioso e non essersi accorto delle chiamate, ma finché dura abbiamo una pagina di storia.

Alla prossima, Italians!

by Lorenzo Giarelli

(C) ITALIANS OF LONDON 2016
Riproduzione Riservata

Quanto scritto riflette le opinioni personali dell’autore

 
 










      Help
© 2017 - Italians of London - Powered by Jelok