Google+
Richiedi dettagli login
   
     
search
 
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
AUGURI ALICE, 150 A...
WHAT′S UP IN ITALY ...
5 SINTOMI DI INGLES...
VINICIO CAPOSSELA I...
GUY FAWKES NIGHT A ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
IL CHRISTMAS PARTY
WHAT′S UP IN ITALY ...
DOVE PATTINARE SUL ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
21 OTTOBRE 2015 - B...
HALLOWEEN : DOVE IN...
WHAT′S UP IN ITALY ...
VERY BRITISH THINGS...
ITALIAN RECIPES : B...
WHAT′S UP IN ITALY ...
PAROLE AMBIGUE DELL...
ITALIAN RECIPES : S...
WHAT′S UP IN ITALY ...
LONDON COCKTAIL WEE...
COSA SI MANGIA A LO...
WHAT′S UP IN ITALY ...
IL MUSEO DEL CRIMIN...
ST DUNSTAN IN THE E...
WHAT′S UP IN ITALY ...
COLOURSCAPE : UN LA...
LE MAGAGNE DELLA PR...
LA MIA LONDRA: DA Z...
OPEN HOUSE LONDON :...
SONO SOLO MODI DI D...
CINQUE TERRE : WHY ...
ROOFTOP BARS A LOND...
INGLESI : POLITENES...
UBER : TASSISTI IN ...
BUCKINGHAM PALACE :...
Cercare Casa : le I...
LE SETTE TRAPPOLE D...
IL CARNEVAL DI NOTT...
LONDON LIFE : CONSI...
STREET FOOD AND CRA...
DALSTON E LE SUE ME...
LA SPIAGGIA DI CAMD...
IL COLLOQUIO DI LAV...
ITALIA VS LONDRA: L...
LA NOTTE DELLA TARA...
OUTDOOR CINEMA A LO...
TROVARE LAVORO A LO...
STUDIARE A LONDRA: ...
THE FLIGHT OF THE A...
TROVARE CASA A LOND...
EHMMM : LA PAROLINA...
ITALIANS CHE TORNAN...
THE GIAREDO CANYON ...
MOSTRA : AUDREY HEP...
BISHOPS AVENUE : PE...
VINICIO CAPOSSELA I...
ROBERTO BENIGNI INC...
FRANCO BATTIATO A L...
ARTITALIA - LE DONN...
ARTITALIA - RENAISS...
STAGIONE TEATRALE A...
ARTIITALIA APRILE 2...
FRANCO DANIELI A LO...
CHRIS SMITHER
What's up in Italy : settimana 5 Settembre 2016
What's up in Italy : settimana 5 Settembre 2016
di Lorenzo Giarelli

Settimana impegnativa, quella appena passata, soprattutto per i polemisti da tastiera. Mai come nei giorni scorsi, infatti, sono capitati fatti talmente nazional-popolari da far sentire chiunque in diritto (se non in dovere) di dire la propria.

Il settimanale satirico Charlie Hebdo, per esempio, ha pubblicato una vignetta sul terremoto del centro Italia. Partiamo col dire che credo la vignetta fosse molto mal riuscita. Le ipotesi sono due: o voleva prendere in giro i terremotati, ipotesi non da escludere visti i precedenti di Charlie, o voleva accusare chi vedrà quei poveracci come un'occasione per mangiarci su. In entrambi i casi è un insuccesso. Nel primo caso perchè non vedrei il senso satirico di prendere in giro chi è morto, nel secondo caso perchè la vignetta non è stata capita da molti. O sono tutti cretini o, forse, il significato non è stato trasmesso benissimo.

Sul fatto di essere o meno Charlie (anzi, bisognerebbe dirlo in francese e con l'hashtag davanti), io posso dire di non esserlo stato mai. O meglio, lo ero, se essere Charlie significava solidarizzare con le redazione colpita da un attentato, perchè non esiste in alcun mondo che si finisca ammazzati per una vignetta, ma non lo ero se il significato era quello del “vale tutto”. La libertà di espressione ha dei limiti legali (la diffamazione) e, volendo, anche sociali (il rispetto), seppure soggettivi. Alla luce di questo si può e si deve essere coerenti.

Altra tematica calda: il Ministero della Salute ha lanciato una campagna social per promuovere il Fertility Day, volto a sensibilizzare le donne in favore di una pronta procreazione. La cosa ha scatenato i commenti indignati e, in effetti, quello del governo è un bell'autogol. Le donne sanno benissimo che avere un figlio e goderselo prima di essere anziane è un bel piacere, ma senza asili nido, condizioni lavorative idonee o anche solo una casa in cui stare le cose diventano più complicate. Ma la ministra Lorenzin dovrebbe essere la prima a rassicure tutti: ha partorito a 42 anni ed è diventata ministro, direi che non le è andata male.

Il Movimento 5 Stelle, intanto, perde i pezzi a Roma. C'è da dire che loro hanno sicuramente una dose di colpe, ma la Capitale è davvero ingovernabile, a meno di mantenere immutati i meccanismi, purtroppo molto spesso corrosivi, che la caratterizzano. Non è facile. Lancio una soluzione folle: spostare la Capitale, almeno per un po'. Togliere da Roma un po' dei palazzi del potere forse aiuterebbe a cancellare qualche legame sporco.

Alla prossima, Italians!


Alla prossima, Italians

by Lorenzo Giarelli

(C) ITALIANS OF LONDON 2016
Riproduzione Riservata

Quanto scritto riflette le opinioni personali dell’autore


 

 
 










      Help
© 2017 - Italians of London - Powered by Jelok