Google+
Richiedi dettagli login
   
     
search
 
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
AUGURI ALICE, 150 A...
WHAT′S UP IN ITALY ...
5 SINTOMI DI INGLES...
VINICIO CAPOSSELA I...
GUY FAWKES NIGHT A ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
IL CHRISTMAS PARTY
WHAT′S UP IN ITALY ...
DOVE PATTINARE SUL ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
21 OTTOBRE 2015 - B...
HALLOWEEN : DOVE IN...
WHAT′S UP IN ITALY ...
VERY BRITISH THINGS...
ITALIAN RECIPES : B...
WHAT′S UP IN ITALY ...
PAROLE AMBIGUE DELL...
ITALIAN RECIPES : S...
WHAT′S UP IN ITALY ...
LONDON COCKTAIL WEE...
COSA SI MANGIA A LO...
WHAT′S UP IN ITALY ...
IL MUSEO DEL CRIMIN...
ST DUNSTAN IN THE E...
WHAT′S UP IN ITALY ...
COLOURSCAPE : UN LA...
LE MAGAGNE DELLA PR...
LA MIA LONDRA: DA Z...
OPEN HOUSE LONDON :...
SONO SOLO MODI DI D...
CINQUE TERRE : WHY ...
ROOFTOP BARS A LOND...
INGLESI : POLITENES...
UBER : TASSISTI IN ...
BUCKINGHAM PALACE :...
Cercare Casa : le I...
LE SETTE TRAPPOLE D...
IL CARNEVAL DI NOTT...
LONDON LIFE : CONSI...
STREET FOOD AND CRA...
DALSTON E LE SUE ME...
LA SPIAGGIA DI CAMD...
IL COLLOQUIO DI LAV...
ITALIA VS LONDRA: L...
LA NOTTE DELLA TARA...
OUTDOOR CINEMA A LO...
TROVARE LAVORO A LO...
STUDIARE A LONDRA: ...
THE FLIGHT OF THE A...
TROVARE CASA A LOND...
EHMMM : LA PAROLINA...
ITALIANS CHE TORNAN...
THE GIAREDO CANYON ...
MOSTRA : AUDREY HEP...
BISHOPS AVENUE : PE...
VINICIO CAPOSSELA I...
ROBERTO BENIGNI INC...
FRANCO BATTIATO A L...
ARTITALIA - LE DONN...
ARTITALIA - RENAISS...
STAGIONE TEATRALE A...
ARTIITALIA APRILE 2...
FRANCO DANIELI A LO...
CHRIS SMITHER
Halloween : dove incontrare i Fantasmi ...
Halloween : dove incontrare i Fantasmi ...
di Annapaola Paparo

Con Halloween alle porte, mi sarebbe piaciuto raccontarvi una bella storia di fantasmi, tipo un’esperienza diretta vissuta tra le strade di Londra by night, per intenderci. Purtroppo, l’episodio più vicino al paranormale che ho vissuto in questa città è relativo a un ragazzino idiota, il quale una sera ha indossato la maschera di Scream e si è nascosto dietro una siepe, per poi sbucare a sorpresa. Uno scherzo poco originale che nondimeno mi ha quasi portato al collasso, per cui non oso nemmeno immaginare cosa potrebbe essere per me vedere un fantasma “vero”.  Però, se voi siete tipi coraggiosi e a caccia di emozioni forti, potreste approfittare di questo periodo dell’anno per visitare alcuni posticini della città notoriamente infestati dagli spettri.


Il cimitero di Highgate

Non è solo una necropoli che accoglie più di 53 mila tombe, ma anche una riserva naturale nonché tappa obbligata per gli appassionati di paranormale. Un paradiso perduto di splendore gotico, con una ricca vegetazione di alberi e fiori cresciuti spontaneamente, e una fauna di volpi e uccelli. Nella parte più antica del cimitero (che comprende Egyptian avenue e Circle of Lebanon) le pietre tombali sono sculture e monumenti, per cui l’accesso a questa parte specifica è consentito solo alle visite guidate, ma le sezioni più recenti possono essere visitate da chiunque.

Molto in voga in epoca vittoriana, durante la seconda guerra mondiale il cimitero di Highgate conobbe un periodo di decadenza durante il quale sembra venisse usato per culti e riti segreti. Proprio a questo periodo risalgono i primi avvistamenti paranormali. Sembra che nel cimitero di Highgate si possano incontrare entità dagli occhi color del sangue che trapassano i muri e le pietre tombali, ciclisti spettrali che scorrazzano allegramente tra le lapidi, vampiri assetati.


La stazione metropolitana di Bethnal Green

Anche i fantasmi viaggiano in metropolitana, e la cosa non dovrebbe stupire. Il “Sesto Senso” e pellicole simili ci hanno insegnato che “loro” continuano la loro esistenza come se niente fosse. Però quando si parla di Bethnal Green la faccenda assume contorni ancora più sinistri, visto che durante la seconda guerra mondiale la stazione funse da rifugio dei civili durante gli attacchi aerei. Pur avendo salvato molte vite (conteneva fino a 7 mila persone) fu anche teatro di un’orrenda tragedia: il 3 Marzo del 1943, 173 persone morirono al suo interno per asfissia. Sembra che ancora oggi, lungo i binari, si possano udire pianti incontrollati, grida isteriche e lamenti di bambini.


Queen Elizabeth Hospital for Children

Sempre nella stessa zona, su Hackney road, potete ammirare l’ormai decrepito ospedale per bambini che aprì nel 1866 in seguito a un’epidemia di colera, per poi chiudere i battenti alla fine degli anni Novanta. L’edificio è a tutt’oggi abbandonato, e si dice che di notte si sentono i pianti dei piccoli pazienti che soffrirono tra quelle mura. E se il retroscena storico da solo non risveglia la vostra curiosità morbosa, leggete pure qui.


Il pub Old Queen’s Head di Angel

Al 44 di Essex road, ogni prima domenica del mese, si materializza una fanciulla in abiti tudoriani (con il colletto rigido che gira attorno al collo come una pizza). Per qualche oscuro motivo, la ragazza è in preda alla disperazione, piange, urla, si torce le mani, sbatte le porte, sorprende i malcapitati avventori per le scale.


Charterhouse Square a Barbican

Tutta la saga di Poltergeist è niente in confronto a questa leggenda. Charterhouse è un complesso di edifici signorili che risalgono al quattordicesimo secolo. La vista è molto bella e suggestiva, specialmente di notte. Chi è appassionato del luogo e ne conosce la storia, sa che il terreno su cui sorge il palazzo venne utilizzato come fossa comune durante la Peste Nera. In seguito, Charterhouse ospitò un monastero certosino i cui monaci patirono le pene dell’inferno sotto Enrico VIII. E dunque si dice che le anime dei 35 mila morti di peste siano ancora lì, a girovagare nel cortile, e che anche ai monaci certosini piaccia fare qualche apparizione sporadica.


La donna in nero di Threadneedle street

In seguito all’esecuzione di suo fratello, ex impiegato della banca d’Inghilterra e condannato a morte per contraffazione, Sarah Whitehead perse completamente il senno. Era il 1812 e lei si recava tutti i giorni, vestita di nero, nell’ufficio dove suo fratello aveva lavorato, chiedendo di lui a chiunque, talvolta piangendo e imprecando. Sembra che anche da trapassata la povera Sarah non abbia perso l’abitudine di bazzicare Threadneedle street, tanto da guadagnarsi l’epiteto di Black Nun.

Se volete leggere il resoconto di chi l’ha incontrata personalmente, cliccate qui.


Una pinta al Ten Bells con le vittime di Jack the ripper

Si dice che le prostitute Annie Chapman e Mary Jane Kelly frequentassero regolarmente questo locale, per diletto o per mestiere. Le due celebri vittime di Jack lo squartatore continuerebbero a recarsi lì ancora oggi, stando al racconto dei clienti abituali. Non solo, sembra che il Ten Bells sia il punto di ritrovo di altre anime inquiete perite violentemente in loco, le cui morti non hanno mai ricevuto giustizia. Il sito ufficiale del pub è disponibile a questo link.


Il museo di Bruce Castle

Nel quartiere di Seven Sisters, su Lordship lane, questo museo è dimora di una dama piangente e inconsolabile. Secondo i racconti di chi l’ha incontrata, se Lady Coleraine si sente troppo osservata si “fonde” letteralmente con le pareti, fino a scomparire. Si dice che la poverina si suicidò non potendo tollerare le relazioni extraconiugali del consorte.  Date un’occhiata, l’ingresso al museo di Bruce Castle è gratuito.
Naturalmente, la lista dei luoghi spettrali non si esaurisce qui: ci sono la torre di Londra, Hampton Court, il Museo Marittimo e il tunnel di Greenwich, e svariati hotel, teatri, musei, residenze private. Recatevi nei luoghi più spooky alla ricerca dei fantasmi nella notte più spettrale dell’anno. Io non esco, ci vediamo direttamente a casa!

Buon divertimento e alla prossima.


by Annapaola Paparo
(c) ITALIANS OF LONDON 2015
Riproduzione Riservata

 
 










      Help
© 2017 - Italians of London - Powered by Jelok