Google+
Richiedi dettagli login
   
     
search
 
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
AUGURI ALICE, 150 A...
WHAT′S UP IN ITALY ...
5 SINTOMI DI INGLES...
VINICIO CAPOSSELA I...
GUY FAWKES NIGHT A ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
IL CHRISTMAS PARTY
WHAT′S UP IN ITALY ...
DOVE PATTINARE SUL ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
21 OTTOBRE 2015 - B...
HALLOWEEN : DOVE IN...
WHAT′S UP IN ITALY ...
VERY BRITISH THINGS...
ITALIAN RECIPES : B...
WHAT′S UP IN ITALY ...
PAROLE AMBIGUE DELL...
ITALIAN RECIPES : S...
WHAT′S UP IN ITALY ...
LONDON COCKTAIL WEE...
COSA SI MANGIA A LO...
WHAT′S UP IN ITALY ...
IL MUSEO DEL CRIMIN...
ST DUNSTAN IN THE E...
WHAT′S UP IN ITALY ...
COLOURSCAPE : UN LA...
LE MAGAGNE DELLA PR...
LA MIA LONDRA: DA Z...
OPEN HOUSE LONDON :...
SONO SOLO MODI DI D...
CINQUE TERRE : WHY ...
ROOFTOP BARS A LOND...
INGLESI : POLITENES...
UBER : TASSISTI IN ...
BUCKINGHAM PALACE :...
Cercare Casa : le I...
LE SETTE TRAPPOLE D...
IL CARNEVAL DI NOTT...
LONDON LIFE : CONSI...
STREET FOOD AND CRA...
DALSTON E LE SUE ME...
LA SPIAGGIA DI CAMD...
IL COLLOQUIO DI LAV...
ITALIA VS LONDRA: L...
LA NOTTE DELLA TARA...
OUTDOOR CINEMA A LO...
TROVARE LAVORO A LO...
STUDIARE A LONDRA: ...
THE FLIGHT OF THE A...
TROVARE CASA A LOND...
EHMMM : LA PAROLINA...
ITALIANS CHE TORNAN...
THE GIAREDO CANYON ...
MOSTRA : AUDREY HEP...
BISHOPS AVENUE : PE...
VINICIO CAPOSSELA I...
ROBERTO BENIGNI INC...
FRANCO BATTIATO A L...
ARTITALIA - LE DONN...
ARTITALIA - RENAISS...
STAGIONE TEATRALE A...
ARTIITALIA APRILE 2...
FRANCO DANIELI A LO...
CHRIS SMITHER
Uber : tassisti in rivolta da Londra a Milano
Uber : tassisti in rivolta da Londra a Milano
di Lorenzo Giarelli

Chi vive a Londra, ormai, non può non conoscere Uber. Che siate fedeli clienti o che vi siate domandati il perchè dei continui scioperi dei tassisti, non è difficile imbattersi in questa rivoluzionaria app che fornisce un servizio a metà tra il car sharing e il taxi, a cifre molto inferiori rispetto agli storici black cabs inglesi.

Uber funziona così: ci si registra (con i dati di una prepagata), si segnala la propria posizione e la app fornisce i drivers più vicini a noi, selezionabili in base al tipo di macchina, di autista e di tariffa che più ci aggrada. Al termine della corsa non si paga il driver, perchè la app scala automaticamente il costo della corsa dal conto. Semplice. Troppo semplice. Infatti le polemiche sulla legalità o meno del servizio sono divampate come lapilli un po' in tutto il mondo. Potevamo noi Italiani esser da meno? Assolutamente no, anzi, la battaglia è presto scivolata nel più bieco cattivo gusto, come piace a noi, con manichini di assessori impiccati ai bordi della tangenziale e striscioni sessisti nei confronti di Benedetta Arese Lucini, ex responsabile di Uber in Italia.

Da un punto di vista legale, Uber può ancora operare nel nostro Paese, ma è stato sospeso UberPop, servizio più simile al car sharing, in cui chiunque poteva fornire servizio taxi evitando la registrazione come driver. A Londra UberPop non è neanche mai stato lanciato – forse perchè è giunta voce dell'alto numero di italiani- ma in compenso Uber è utilizzatissimo, molto più di quanto non accada a Roma o Milano.

Da che parte stare? I tassisti hanno ragione a protestare, perchè la loro licenza è costata tempo e denaro, ma il mondo va avanti e non è detto che i lavori non si evolvano, anche a scapito di certe categorie.
I giornali vendono sempre meno - lanciarsi a mò di Don Chisciotte contro i siti web sarebbe assurdo, meglio trovare il modo di conviverci. Il download di musica e film è dilagante, ma da qualche anno si è smesso di fare la guerra a testa bassa all'online, fornendo servizi su internet a basso costo (spotify, itunes..).

In Italia si è sempre un po' troppo arroccati a difesa delle categorie e degli ordini lavorativi, senza capire che anche istituzioni consolidate, come appunto i tassisti o l'albo dei giornalisti, possono accogliere nuovi strumenti migliorando sé stesse e il servizio che offrono. Per esempio, Uber ha cominciato a offrire Uber Taxi, sistema che rende rintracciabili anche i tassisti con regolare licenza, che svolgono il mestiere da prima della app e che possono continuare ad applicare le tariffe che vogliono. Certo, ci sarebbe poi da risolvere quella faccenda delle tasse, per cui Uber si arricchisce a Milano e Londra pagando il fisco olandese, ma questa è un'altra storia.

Insomma, mi unisco agli #freeUber da Londra a Milano, un po' per i motivi sopra citati, un po' per il rischio default che ho corso prendendo per sbaglio un cab al mio arrivo a Londra, e infine, lo ammetto, perchè quel nome lì, Uber, mi suona tanto come il poliziotto svizzero di Aldo, Giovanni e Giacomo...

by Lorenzo Giarelli
(C) ITALIANS OF LONDON 2015
Riproduzione vietata

Quanto scritto riflette le opinioni personali dell’autore

 
 










      Help
© 2017 - Italians of London - Powered by Jelok