Google+
Richiedi dettagli login
   
     
search
 
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
AUGURI ALICE, 150 A...
WHAT′S UP IN ITALY ...
5 SINTOMI DI INGLES...
VINICIO CAPOSSELA I...
GUY FAWKES NIGHT A ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
IL CHRISTMAS PARTY
WHAT′S UP IN ITALY ...
DOVE PATTINARE SUL ...
WHAT′S UP IN ITALY ...
21 OTTOBRE 2015 - B...
HALLOWEEN : DOVE IN...
WHAT′S UP IN ITALY ...
VERY BRITISH THINGS...
ITALIAN RECIPES : B...
WHAT′S UP IN ITALY ...
PAROLE AMBIGUE DELL...
ITALIAN RECIPES : S...
WHAT′S UP IN ITALY ...
LONDON COCKTAIL WEE...
COSA SI MANGIA A LO...
WHAT′S UP IN ITALY ...
IL MUSEO DEL CRIMIN...
ST DUNSTAN IN THE E...
WHAT′S UP IN ITALY ...
COLOURSCAPE : UN LA...
LE MAGAGNE DELLA PR...
LA MIA LONDRA: DA Z...
OPEN HOUSE LONDON :...
SONO SOLO MODI DI D...
CINQUE TERRE : WHY ...
ROOFTOP BARS A LOND...
INGLESI : POLITENES...
UBER : TASSISTI IN ...
BUCKINGHAM PALACE :...
Cercare Casa : le I...
LE SETTE TRAPPOLE D...
IL CARNEVAL DI NOTT...
LONDON LIFE : CONSI...
STREET FOOD AND CRA...
DALSTON E LE SUE ME...
LA SPIAGGIA DI CAMD...
IL COLLOQUIO DI LAV...
ITALIA VS LONDRA: L...
LA NOTTE DELLA TARA...
OUTDOOR CINEMA A LO...
TROVARE LAVORO A LO...
STUDIARE A LONDRA: ...
THE FLIGHT OF THE A...
TROVARE CASA A LOND...
EHMMM : LA PAROLINA...
ITALIANS CHE TORNAN...
THE GIAREDO CANYON ...
MOSTRA : AUDREY HEP...
BISHOPS AVENUE : PE...
VINICIO CAPOSSELA I...
ROBERTO BENIGNI INC...
FRANCO BATTIATO A L...
ARTITALIA - LE DONN...
ARTITALIA - RENAISS...
STAGIONE TEATRALE A...
ARTIITALIA APRILE 2...
FRANCO DANIELI A LO...
CHRIS SMITHER
Buckingham Palace : la residenza dei monarchi Inglesi
Buckingham Palace : la residenza dei monarchi Inglesi
di Serena Azzini

La lista di cose per cui Londra è famosa ed apprezzata da persone di qualsiasi età e gusto è immensa: il famoso ponte di London Bridge, il maestoso ed elegante Shard, i grandi schermi luminosi di Piccadilly Circus ed Oxford Street, ambita meta dello shopping, sono solo pochi punti di una lista che potrebbe continuare all’infinito. Ma probabilmente il simbolo internazionalmente più riconosciuto e fotografato (e perché no ‘selfiezzato’) rimane senza ombra di dubbio la non proprio umile dimora da quasi un secolo della regina Elisabetta II e della celebre Winsdor Family. Ed ammettiamolo. Chiunque passeggiandoci davanti avrebbe voluto anche solo per un istante entrarci, giusto per la curiosità di dare un’occhiata in giro o ammirare il palazzo dall’interno. Ebbene, Queen Elizabeth ha pensato di realizzare anche questo desiderio di Londoners, cittadini inglesi e turisti che arrivano da ogni parte del mondo con l’intenzione di accedere, anche solo per qualche ora, in Buckingham Palace.

L’evento, che si tiene ogni anno durante la stagione estiva, si tiene durante le vacanze che la Royal Family trascorre nella nordica tenuta in Scozia; e per chi ancora non avesse prenotato la propria visita e avesse la curiosità di realizzarla deve assolutamente sbrigarsi, poiché la mostra si concluderà alla fine di settembre, più precisamente domenica 27. Il percorso base è chiamato “State Rooms”, all’inizio del quale è possibile ricevere un’audioguida che descriverà il percorso tra le diverse stanze del palazzo. Il nome “State Rooms” in realtà è molto antico, e veniva utilizzato per definire quelle stanze in cui gli antichi monarchi ricevevano i sudditi e intrattenevano i visitatori. Al giorno d’oggi gli abitanti di Buckingham Palace le utilizzano per ricevere e intrattenere non solo gli ospiti di Stato, ma anche cerimoniali e occasioni ufficiali. Le State Rooms riflettono prevalentemente il gusto di re Giorgio IV (1820-30), il quale incaricò l'architetto John Nash di trasformare ciò che era stato precedentemente conosciuto come Buckingham House in un grande palazzo. Molti dei mobili, lampadari scintillanti, candelabri e altre opere d'arte in queste stanze sono state appunto acquistate o fatte per Carlton House, la casa di Giorgio IV a Londra, quando era principe di Galles e ad oggi sono arredate con molti dei più grandi tesori della collezione reale, tra cui i dipinti di Van Dyck e Canaletto, sculture di Canova, squisiti pezzi di porcellana di Sèvres, e alcuni dei più maestosi arredi del mondo, di fattura inglese e francese. Entrando nel palazzo vi immergerete quindi a 360° nella realtà della famiglia reale, potendo visitare le camere che sono correntemente in uso protette dal personale stagionale, immaginando cosa voglia dire prendere parte ad una delle molte occasioni ufficiali, dando una sbirciata ai tessuti dei famosissimi vestiti e cappellini della regina, fino alle posate e porcellane utilizzate dalla famiglia reale.

Tra le sale che è possibile visitare ci sono inoltre la Grand Hall, che assomiglia ad un hotel di lusso in cui i troni sono sorprendentemente modesti, passando per la Sala della Musica, dove gli ospiti si presentano alla Regina, al Duca di Edimburgo e al capo di Stato in occasione delle visite di Stato, la Blue e la White Room, stanza utilizzata per molti battesimi reali, per poi arrivare ai dipinti della Pinacoteca che vantano artisti del calibro di Rembrandt, Rubens e Vermeer. Il percorso di visita comprende anche una passeggiata di 450 metri lungo il lato ovest con vista sul giardino del palazzo e il lago risalente al XIX secolo.

E se pensate che spendere dei soldi per visitare la casa reale sia una follia, non troverete molte persone che sostengono la vostra opinione visto che la maggior parte delle visite, cominciando dalla visita guidata che comincia a tutte le ore del giorno fino alla sera alle 5pm, sono già sold out. Per ricevere ulteriori informazioni, visitate il sito http://tickets.royalcollection.org.uk/ dove potrete anche acquistare il vostro biglietto; il ricavato verrà devoluto in beneficienza all’ente The Royal Collection Trust, e chi acquista il ticket online attraverso il sito avrà la possibilità di accedere nuovamente con lo stesso biglietto in maniera gratuita al percorso pagato prenotando telefonicamente le successive visite entro un anno.

Che aspettate allora? Avete tempo fino alla fine del prossimo mese: io mi sto già preparando per l’ora del thè. 

by Serena Azzini
(c) ITALIANS OF LONDON 2015
Riproduzione riservata

 
 










      Help
© 2017 - Italians of London - Powered by Jelok