Google+
Richiedi dettagli login
   
     
search
 
CHI SIAMO
MISSION
COME SIAMO NATI
STATUTO
LEGAL
HELP
MEET THE TEAM
JELOK E IL WEB SITE...
STATUTO

Disposizioni generali

Articolo 1
(della costituzione)
E' costituita una Associazione senza scopo di lucro denominata Italians of London.

Articolo 2
(della sede)
L'Associazione ha sede a Londra, 11/D Barnsbury Terrace, N11JH. Può istituire sedi secondarie in Inghilterra, in Italia e in qualunque altro Stato.

Articolo 3
(della durata)
L'Associazione ha durata illimitata.

Articolo 4
(dello scopo)
Gli scopi perseguiti dall'Associazione sono:
1. Promuovere e sviluppare relazioni amichevoli tra gli italiani e gli amici di italiani coinvolti nel mondo londinese al fine di favorire lo scambio reciproco di idee e di esperienze;
2. Promuovere e rafforzare lo spirito di dinamicità, stile e creatività che contraddistingue gli italiani all’estero;
3. Facilitare l’inserimento e l’integrazione dei professionisti italiani nella realtà inglese.
L’Associazione può aderire ad altre organizzazioni, nazionali o internazionali, che perseguono scopi analoghi a quelli individuati dal presente Statuto.

Articolo 5
(delle attività)
L’Associazione si propone di perseguire i propri fini attraverso le seguenti attività:
- Lo svolgimento di funzioni di coordinamento e scambio di informazione tra gli associati principalmente attraverso l’esistenza di una lista di discussione elettronica;
- L'organizzazione di eventi sociali quali ad esempio feste, incontri, conviviali e raduni;
- L’organizzazione di eventi culturali quali ad esempio tavole rotonde, seminari e conferenze;
- Il mantenimento di un sito web come luogo di dibattito e scambio di esperienze e osservazioni degli Associati e dall’Associazione;
ed ogni altra attività strumentale al raggiungimento degli scopi dell’Associazione.

Articolo 6
(degli organi)
Sono Organi dell'Associazione:
- L'Assemblea;
- Il Consiglio Direttivo;
- Il Presidente e il Vice Presidente del Consiglio Direttivo;
- Il Tesoriere.

Articolo 7
(del patrimonio, composizione)
L'Associazione non ha fini di lucro e i proventi delle attività non potranno, in nessun caso, essere divisi fra gli Associati, anche in forme indirette. Il patrimonio associativo è formato:
- dai contributi ministeriali, regionali, internazionali e di ogni altro ente locale o pubblico;
- dai beni acquistati con detti contributi, elargizioni, donazioni, lasciti, rimborsi;
- dal ricavato delle iniziative volte al reperimento di fondi;
- dalle elargizioni, donazioni e lasciti dei soci o di terzi;
- dalle sponsorizzazioni di sostenitori dell'Associazione;
- dal ricavato che si potrà ritrarre dalle attività di promozione;
- da ogni altra entrata o conferimento.
In caso di scioglimento dell'Associazione, il patrimonio dovrà essere devoluto ad altre organizzazioni non lucrative aventi finalità analoghe individuate dall’Assemblea con la delibera di scioglimento.

Articolo 8
(delle prestazioni e donazioni)
L'Associazione può favorire lo sviluppo e le attività di altre associazioni o altre persone fisiche e giuridiche, sempre nel rispetto dei fini comuni, sotto forma di prestazioni di opera, contribuzioni o donazioni di qualunque tipo.


I Soci

Articolo 9
(dei Soci)
Il numero dei Soci è illimitato. Potranno essere invitate a far parte dell’Associazione le persone fisiche o giuridiche che condividano gli scopi dell'Associazione e si impegnino ad osservare le norme del presente Statuto.
I Soci saranno suddivisi nelle seguenti categorie:
- Soci Fondatori: quelli che partecipano alla costituzione dell'Associazione;
- Soci Onorari: le persone, gli enti pubblici o privati che si siano distinti per il loro particolare apporto nel conseguimento degli scopi associativi e quelle personalità del mondo professionale il cui esempio o contributo venga riconosciuto di eccezionale merito;
- tutti gli altri Soci saranno denominati Soci Ordinari.
Tutti i Soci sono eleggibili alle cariche sociali, hanno diritto di partecipare alle Assemblee e di votare.

Articolo 10
(dell'ammissione)
La qualifica di Socio può essere acquisita solo su invito o mediante presentazione di altro Socio. L'ammissione dei Soci avviene su domanda scritta degli interessati e secondo il giudizio del Consiglio Direttivo. I Soci Onorari vengono nominati su parere unanime del Consiglio Direttivo.

Articolo 11
(della rinuncia e della cessazione del Socio)
La carica di Socio viene meno in seguito a rinuncia volontaria del socio da comunicarsi per iscritto al Presidente. Cesserà altresì di far parte dell'Associazione colui che, secondo il giudizio del Consiglio Direttivo, non sarà più in linea con gli scopi dell’Associazione.


L’Assemblea dei Soci

Articolo 12
(dell'Assemblea, convocazione)
L'Assemblea si riunisce almeno una volta all'anno e ogni qualvolta il Consiglio Direttivo ritenga opportuno convocarla o ne faccia richiesta scritta almeno la meta’ dei Soci dell'Associazione.
L'Assemblea è convocata, mediante avviso contenente l'indicazione del giorno, l'ora, del luogo e l'ordine del giorno, comunicato per lettera ordinaria o per posta elettronica o pubblicato sul sito web dell'Associazione. Tale comunicazione dovrà essere comunicata almeno entro 15 (quindici) giorni prima della data stabilita per la convocazione.
L’Assemblea è validamente costituita indipendentemente dal numero dei Soci intervenuti e delibera con la maggioranza del 50% +1 dei Soci presenti unitamente al voto favorevole di tutti i soci fondatori presenti.
Nel caso di modifiche dello Statuto, l’Assemblea delibera con maggioranza del 75% dei presenti.

Articolo 13
(dell'Assemblea, poteri)
L'Assemblea:
- nomina i componenti del Consiglio Direttivo;
- delibera sulle questioni ad essa sottoposte dal Consiglio Direttivo;
- modifica le norme del presente Statuto;
- delibera sullo scioglimento dell’Associazione.


Il Consiglio Direttivo

Articolo 14
(del Consiglio, composizione tempi e modi)
L’Associazione è retta da un Consiglio Direttivo composto da cinque membri eletti ogni tre anni dall'Assemblea. I membri durano in carica fino alla scadenza del mandato. I componenti del Consiglio Direttivo sono rieleggibili e possono essere scelti soltanto tra i Soci. Il Consiglio Direttivo designa nel proprio ambito le singole cariche compresa quella di Presidente, Vice Presidente, Segretario, Tesoriere ed eventualmente altre cariche. Qualora nel corso del periodo di nomina venissero a mancare per qualsiasi ragione uno o più componenti del Consiglio Direttivo, lo stesso potrà procedere alla sostituzione dei membri mancanti per cooptazione. Il Consiglio potrà altresì nominare, per essere coadiuvato nella gestione delle iniziative dell'Associazione, Responsabili per la valorizzazione dell'Associazione o per attività specifiche da essa gestite, come l’organizzazione di eventi, attività culturali, attività sociali, progetti specifici, etc. Il potere di firma spetta disgiuntamente al Presidente, al Vice Presidente nonché a coloro che hanno eventualmente ricevuto dal Consiglio Direttivo specifici incarichi, ciascuno nell'ambito dei compiti ad essi attribuiti.

Articolo 15
(del Consiglio, poteri)
Il Consiglio Direttivo svolge l’amministrazione ordinaria e straordinaria dell’Associazione. Ha le attribuzioni ed i compiti connessi agli scopi dell'Associazione e previsti dal presente statuto che non siano specificamente riservati all'Assemblea. Inoltre:
- provvede alla programmazione e a quant'altro sia necessario per il conseguimento dei fini dell'Associazione;
- delibera la convocazione dell'Assemblea e redige l'ordine del giorno;
- delibera in merito agli accoglimenti delle domande di iscrizione dell'Associazione.

Articolo 16
(del Consiglio, modi delle riunioni)
Il Consiglio Direttivo si riunisce almeno una volta all'anno e ogniqualvolta ne faccia richiesta il Presidente o tre dei suoi componenti. Per la validità delle deliberazioni è necessaria la presenza della maggioranza dei componenti. Le deliberazioni vengono assunte con il voto favorevole della maggioranza dei Consiglieri presenti. In caso di parità di voti, prevale quello del Presidente.

Articolo 17
(delle cariche, modalità)
Tutte le cariche ricoperte dagli aderenti all'interno dell'Associazione sono da ritenersi di tipo volontario e gratuito.


Presidente, Vice Presidente, Tesoriere

Articolo 18
(del Presidente, poteri)
Il Presidente del Consiglio Direttivo è anche Presidente dell'Assemblea. Al Presidente spetta la rappresentanza legale dell'Associazione di fronte a terzi e stipula i contratti dell’Associazione.
Il Presidente convoca e presiede le riunioni dell’Assemblea. All’inizio di ogni sessione, Il Presidente nomina un Segretario dell'Assemblea il quale redige il verbale della riunione sotto la direzione del Presidente.
Il Presidente convoca il Consiglio Direttivo fissando l’ordine del giorno. Al Presidente spetta l’esecuzione delle deliberazioni dell’Assemblea e del Consiglio Direttivo e vigila sulla loro attuazione.

Articolo 19
(del Vice Presidente poteri)
In caso di assenza o impedimento del Presidente, le funzioni di cui al precedente articolo sono esercitate dal Vice Presidente.

Articolo 20
(del Tesoriere, poteri)
Il Tesoriere cura le scritture contabili dell'Associazione e ne relaziona al Consiglio Direttivo; gestisce la cassa ottemperando alle richieste vagliate dal Consiglio Direttivo; sulla base delle indicazioni fornite dal Consiglio Direttivo redige il bilancio di esercizio e il budget preventivo di spesa.


Scioglimento

Articolo 21
(dello scioglimento ed estinzione dell'Associazione)
All'Assemblea spetta il potere di sciogliere l'Associazione. L’Associazione si estinguerà se i Soci si ridurranno a meno di cinque.

Articolo 22
(legge applicabile)
Per quanto non previsto dal presente Statuto, si fa riferimento alle vigenti disposizioni legislative in materia.

Londra, 8 febbraio 2003

© 2003-2007 Italians of London. Tutti i diritti riservati

 
 










      Help
© 2017 - Italians of London - Powered by Jelok